10 cose da fare a Mauritius

10 cose da fare a Mauritius: non solo mare

In questo post vi proponiamo 10 cose da fare a Mauritius oltre ad andare al mare. Infatti, Mauritius non è solo mare, ma c’è tanto da vedere e da fare. Si spazia da panorami naturali mozzafiato a visite sia nelle fabbriche di rum e di té sia delle antiche dimore coloniali, prima fra tutte Eureka.

1. Godersi uno dei favolosi tramonti mauriziani

Che siate a nord, a sud o a ovest, i tramonti a Mauritius sono indimenticabili. Il cielo si colora di un rosso intenso e il mare si tinge di così tante tonalità da perderne il conto. Da una spiaggia o sorseggiando un cocktail nei bar sui moli delle principali città, ad esempio al Sunset cafè di Gran Baie, non perdetevi dunque gli spettacolari tramonti che quest’isola può donarvi.

 

10 cose da fare a Mauritius

 

2. Visitare la chiesetta dal tetto rosso a Cap Malheureux

A nord di Gran Baie, appena prima di arrivare a Cap Malheureux, si arriva davanti a una piccola chiesetta cattolica dal tetto rosso che si affaccia proprio sul mare.

 

10 cose da fare a Mauritius

 

3. Visitare la capitale di Mauritius: Port Luis

Port Luis è la capitale dell’isola e il centro urbano più grande di Mauritius. È una città abbastanza caotica e quindi conviene parcheggiare l’auto presso il parcheggio del centro commerciale Waterfront e proseguire la visita a piedi.
Il centro commerciale merita sicuramente un giretto, soprattutto la zona del craft market dove potrete trovare tanti oggetti di artigianato, dallo zucchero di canna, alle bacche di vaniglia, al tè e al sapone.
Noi poi abbiamo proseguito verso China Town e il quartiere musulmano, seppur la parte che più ci è piaciuta di questa città è stata quella lungo la marina e il mercato.

 

10 cose da fare a Mauritius

 

4. Visitare Moka e la villa Eureka

Moka è situata a 15 minuti di auto da Port Luis. Questa cittadina è il cuore pulsante della cultura del paese e qui vi dimora anche il presidente. Certamente l’attrazione più rinomata è Eureka, un’antica casa coloniale risalente ai primi anni 30 del XIX secolo ancora ben conservata. L’entrata costa 300 rupie e comprende anche la visita alla cascata. La casa è davvero affascinante e una volta entrati vi sembrerà di essere catapultati al 1800. Se avete tempo degustate qualcosa di fresco o un tè sulla veranda che affaccia sul giardino curato finemente. Se volete, è possibile anche pranzare presso il ristorante della villa, previa prenotazione.

 

10 cose da fare a Mauritius

 

5. Visitare una rumeria e le piantagioni di canna da zucchero

Le due principali rumerie di Mauritius sono Saint Aubin (la cui visita di solito fa parte della via del té) e Chamarel.
Saint Aubin è molto interessante, più che per la rumeria, per la coltivazione di vaniglia e per il bellissimo giardino. Qui è possibile comunque degustare i diversi tipi di rum ma non e prevista la visita alla fabbrica.

 

10 cose da fare a Mauritius

La Rumeria di Chamarel, invece, prevede una visita più strutturata. Al costo di 400 rupie a persona potrete scoprire come viene prodotto il rum e guardare tutti i processi, seppur i macchinari della fabbrica, ad eccezione del processo di fermentazione, sono spenti. Durante la visita vi verrà offerto un cocktail (a scelta tra il ti rum, lo chamarel sour o lo chamarel old fashion). Infine, la visita si conclude con la degustazione di 8 tra rum e liquori al rum prodotti dalla stessa rumeria.
Se volete degustare i rum invecchiati – da 3 a 8 anni – dovrete pagare un supplemento per ciascun bicchiere da 80 a 150 rupie.

Se volete, invece, acquistare qui il rum, noi abbiamo notato che i prezzi sono in linea con quelli del supermercato e addirittura noi abbiamo preso il Rum VS (invecchiato 3 anni) per 1000 rupie anziché 1330 che avevamo visto al supermarket.

 

6. Pranzare a Chamarel sull’altopiano interno

In occasione della nostra visita alla Rumeria di Chamarel abbiamo pranzato presso la stessa rumeria al ristorante l’Alchimiste. Chamarel oggi è riconosciuta come una delle zone gastronomiche migliori di Mauritius ed attira ogni anno tantissimi buon gusatai che si spingono sulle colline per assaporare piatti squisiti a base principalmente di selvaggina.
Optando per la rumeria di Chamarel avrete la possibilità di non pagare il prezzo della visita della fabbrica perchè incluso nel pranzo. Il menu prevede sia piatti alla carta, sia menu degustazione. Noi abbiamo scelto uno dei menu degustazione che offriva il ti rum, un antipasto e un piatto principale, per chiudere con il caffé e un bicchiere di rum invecchiato 5 anni, il tutto per 1630 rupie a testa. Non proprio economico, ma vi assicuro che ne vale davvero la pena.

 

10 cose da fare a Mauritius

 

L’anatra glassata, il filetto di tonno con insalata di cuori di palma, il manzo e il cinghiale hanno superato pienamente ogni nostra aspettativa, rivelandosi uno dei ristoranti più buoni in cui siamo stati.
Noi abbiamo adorato sia la visita alla fabbrica che il pranzo che ci ha permesso di assaporare pietanze gustosissime e di assaggiare piatti molto diversi da quelli che offre la costa mauriziana.

 

7. Seguire la Route du thé

La via del té prevede tre tappe fondamentali: Bous Cherie, La rumeria di Auguin e Le Domaine des Aubineaux. Noi abbiamo optato per visitare le prime due tappe e a Curepipe ci siamo fermati ad ammirare solo un antico cratere di un vulcano spento che oggi accoglie una zona boschiva con un bellissimo laghetto nel mezzo.

 

10 cose da fare a Mauritius

 

La fabbrica di Bois Cherie è visitabile solo al mattino mentre se arrivate al pomeriggio potrete solo vedere il museo (un po’ deludente) e fare la degustazione presso l’incantevole ristorante con terrazza sul lago. Noi siamo arrivati al mattino, ma purtroppo quel giorno la fabbrica non era funzionante. Abbiamo comunque optato per il biglietto intero così da seguire la descrizione delle fasi di lavorazione del té (guida in francese o in inglese) al prezzo di 420 rupie a persona. La visita guidata è stata davvero molto interessante ed abbiamo scoperto cose sul té che non sapevamo affatto. Il tour si conclude con un tasting delle diverse specialità di té di Bois Cherie con vista sul lago e sulle piantagioni. Per noi è stato davvero suggestivo e rilassante, inoltre il té è ottimo e potrete assaggiare qualsiasi gusto, dal classico black tea al té al bergamotto o al caramello.
Il giro della strada del té termina a Saint Aubin, dove potrete visitare, pagando il biglietto d’ingresso di 520 rupie a persona, la dimora storica del complesso (una bella casa coloniale), la piantagione di vaniglia con annesso video che descrive il procedimento della produzione delle bacche di vaniglia, un giardino di anturium e la rumeria di Saint Aubin dove potrete degustare i vari tipi di rum prodotti.

 

10 cose da fare a Mauritius

 

8. Visitare le cascate

All’interno del parco della terra dai 7 colori vi è questa splendida cascata che con un salto di 95 metri cade nel vuoto con un unico balzo per finire nel fiume sottostante. La cascata è molto bella e anche se non è il principale motivo per recarsi a Chamarel, se siete di passaggio fermatevi ad ammirarla.

 

10 cose da fare a Mauritius

 

9. Se vi piace, visitate Pamplemousses dove si trova il secondo giardino botanico più bello del mondo dopo quello di Londra

Noi questo giardino lo abbiamo saltato perchè Luca lo aveva già visto in una precedente vacanza. Ma dalle recensioni e dai racconti di Luca pare essere davvero il paradiso per gli amanti delle piante e dei fiori.

 

10. Ammirare la terra dai sette colori

Se avete deciso di visitare la rumeria di Chamerel e di pranzare in questo splendido paesino, vi consigliamo di continuare verso la terra dei sette colori. Non aspettatevi le immagini della terra del Perù, però ormai che siete nei paraggi, perchè non fare un salto anche qui?

 

10 cose da fare a Mauritius

L’ingresso al parco costa 250 rupie a persona e consente di entrare in auto e vedere sia la cascata sia la terra dai 7 colori. In più, in questo parco vivono sei o sette testuggini centenarie che potrete visitare proprio accanto alle terre colorate.
Anche questa, come la cascata, non meritano il viaggio fino a Chamarel se siete ad esempio nella costa nord. Ma se siete a sud o a occidente, il tragitto in auto non è lungo e se alla visita a questo parco ci abbinate la rumeria e un buon pranzo a Chamarel, allora potrete certamente trascorrere una piacevolissima mattinata all’insegno della natura e del buon cibo!

 

10 cose da fare a Mauritius

 

Qui troverete il nostro itinerario completo di 9 giorni a Mauritius!!!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.