Tecnologia in viaggio: salvare mappe offline

Con questo articolo su come salvare mappe offline inauguriamo oggi una nuova rubrica: Tecnologia in viaggio.  La tecnologia ci ha portato molti cambiamenti nella vita di tutti i giorni e ha rivoluzionato anche il modo di viaggiare. Cerchiamo di non abusare troppo della tecnologia quando siamo in viaggio, perché  alla fine viaggiare è anche perdersi, chiedere informazioni alla gente del posto, scoprire locali nuovi mai recensiti e molte altre cose che è meglio vivere direttamente e non attraverso lo smartphone. Salvare mappe offline però spesso può salvarci da situazione difficili.

La tecnologia può aiutarci in diverse situazioni. Infatti, se presa con la giusta dose aiuterà il nostro viaggio senza toglierci quel tocco di sorpresa e imprevedibilità che ogni viaggio merita se vuole essere definito tale.

Quando noleggiamo un’auto il navigatore è sempre a pagamento con costi che vanno dai 5 ai 10 euro al giorno. Seguendo i consigli dell’articolo potrete risparmiare e magari spendere quei soldi per una cena tipica. 🙂

Il consiglio che vi do è quello di usare Google Maps offline. Sì, avete capito bene, la famosa App di Big G può essere usata senza connessione ad internet, l’unica cosa che dovrete fare è salvare mappe offline. Anche se la rete wi-fi oggi ormai ha una diffusione maggiore forse dell’acqua potabile, è anche vero che molte volte ci si trova in situazioni in cui Maps ci semplificherebbe la vita e non possiamo “interrogarlo” perchè non abbiamo una connessione a disposizione.

Quando visitiamo una città amiamo perderci. Per noi l’essenza del viaggio è soprattutto questa. Tuttavia, per gli imprevisti salviamo sempre una mappa offline su Google Maps. Salvare mappe offline ci consente di avere a disposizione le stesse identiche funzioni di una mappa online, ovvero potrete cercare indirizzi e luoghi della cartina che avete salvato.

La navigazione con l’auto è identica a quella della versione online, non avrete, invece, le indicazioni per il trasporto pubblico o per gli spostamenti a piedi, ma niente paura perchè maps vi indicherà il percorso da fare a piedi per raggiungere un luogo e vi seguirà con il suo immancabile “puntino” blu, l’unica cosa non avrete con voi  sarà l’assistente vocale che vi indicherà di girare a destra o sinistra.

Salvare mappe offline: i passaggi

 

Prima di tutto vi consiglio di salvare le mappe quando siete collegati ad una rete wi-fi per non prosciugare il vostro piano dati.

Aprite l’ App di Maps e cercate tramite il cerca la località che volete salvare, come esempio usiamo quella del nostro recente viaggio in India (qualche consiglio su come organizzare un viaggio in India lo trovate qui).

 

salvare mappe offline

 

Clicchiamo sul menu in alto a sinistra, poi su “Mappe offline” e infine su “Seleziona la tua mappa

 

salvare mappe offline

 

 

Maps ora ci propone in automatico la dimensione della mappa da salvare ma noi possiamo allargarla o restringerla a nostro piacimento utilizzando lo zoom. In basso troverete anche l’indicazione dello spazio di memoria necessario per il salvataggio sul nostro dispositivo (smartphone, tablet o altro).

Una volta scelta la dimensione desiderata clicchiamo su scarica e il download della mappa avrà inizio.

salvare mappe offline

 

Salvata la mappa offline, questa la ritroviamo sempre in menu: menu → mappe offline e come potete vedere, l’app memorizza anche l’indicazione della “scadenza” della mappa (vedi i limiti del servizio).

salvare mappe offline

Per utilizzare la mappa non dovete far altro che utilizzare Maps come avete sempre fatto. Infatti, se provate a cercare un luogo nella zona salvata, Big G vi darà immediatamente le indicazioni per raggiungerlo. Oppure, usate lo zoom o muovetevi sulla mappa salvata e avrete sempre le indicazioni delle vie e dei luoghi che state cercando proprio come avviene quando siete collegati alla rete.

 

salvare mappe offline

 

Salvare mappe offline: i limiti del servizio

 

Salvare mappe offline ha due limiti, facilmente superabili.

  1. Le mappe hanno una durata di 30 giorni, trascorsi i quali Google vi chiederà di aggiornare le mappe per poter continuare a utilizzarle. Basterà ogni 30 giorni avere una connessione a internet in modo che Maps possa aggiornare le mappa e darvi altri 30 giorni di validità.
  2. L’altro limite è nell’estensione massima della mappa che possiamo scaricare. Infatti, non è possibile scaricare un intero Paese. Possiamo però aggirare questo limite suddividendo il Paese in diverse regioni e scaricare le singole zone. Ad esempio, noi, a Creta (leggi qui i nostri consigli su questa splendida isola), abbiamo diviso l’isola in due e scaricando le mappe delle due zone separatamente, abbiamo potuto girare l’isola in macchina senza dover noleggiare alcun navigatore. Il passaggio da una mappa all’altra delle due zone (o più) scaricate avviene in automatico, non dovete fare nulla.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.