Creta on the road: itinerario e consigli di viaggio

Per le nostre vacanze dell’estate del 2016 eravamo indecisi tra Maiorca e Creta, alla fine, ha vinto Creta.
Prenotiamo un volo Pisa-Creta per gli ultimi dieci giorni di agosto. Partenza il 26 e rientro il 4 settembre, costo 250 euro a testa.

A giugno acquistiamo l’immancabile Lonely e iniziamo a progettare il viaggio.

Premessa: siamo viaggiatori che non cercano i resort e non ci interessa avere hotel di lusso. Cerchiamo solo hotel puliti e che abbiano il bagno in camera… ci interessa più la posizione che il confort.

Inizialmente optiamo per prenotare al Lucia Hotel di Chania per tutte le notti della nostra vacanza. In un secondo momento, dopo aver approfondito cosa volevamo vedere e fare decidiamo di prenotare le prime 5 notti a Chania (Lucia hotel – molto pulito, ma  anche camere molto molto spartane con un bagno piccolissimo. La posizione sul porto veneziano è comunque molto comoda per la sera) altre tre notti a Rethymno (Ostria studios sulla passeggiata lungo il mare, un chilometro e mezzo dal centro e dalla zona pedonale) ultima sera nuovamente a Chania stesso hotel così da essere comodi per prendere l’aereo di ritorno il 4 settembre.

Auto noleggiata attraverso il sito di Ryanair presso l’agenzia Auto Holidays. Auto piccola e un po’ vecchiotta, ma prezzo onesto. Non offrono il trasporto da/per l’aeroporto. Pensavamo fosse perché proprio vicino all’uscita dell’aeroporto, ma non si rivela essere così. L’agenzia di noleggio dista circa 15 minuti a piedi e con le valigie non è proprio il massimo della comodità. Però, tra quelle più vicine all’aeroporto alla fine era quella che ci offriva il prezzo più contenuto.

Chilometri percorsi in 9 giorni 1200. Spiagge visitate: Falasarna, Elafonissi, Balos, Triopetra, Preveli.

Abbiamo inoltre visitato il Palazzo di Knosso e la bellissima cantina vinicola di Lyrarakis nella zona di Heraklion.

 

Creta in dieci giorni: itinerario e consigli di viaggio

Spiaggia di Falasarna

 

Falasarna è una lunga spiaggia di sabbia dorata, molto bella, noi ci siamo andati due giorni perché il primo giorno c’era molto vento e volevamo vederla in condizioni meteorologiche migliori. La spiaggia è molto bella, l’acqua limpidissima. Due lettini e un ombrellone 7 euro, inoltre vi è la possibilità di noleggiare le moto d’acqua a 40 euro in due per quindici minuti. Dista da Chania circa 50 minuti e ci sono due parcheggi enormi gratuiti vicinissimi alla spiaggia.

 

Spiagge di Creta

Spiaggia di Elafonissi

 

Elafonissi: un sogno. quando si arriva al parcheggio in alto, si apre una vista sulla spiaggia e sull’isolotto collegato da una striscia di sabbia stupenda. Il mare è caraibico, peccato che quando siamo andati noi c’era un vento fortissimo, si faceva fatica a stare sui lettini. Consiglio di andare sulle spiagge dell’isolotto, qualora ci fosse vento, perché più riparate grazie alle alte dune di sabbia. Costo due lettini e ombrellone 8 euro. Inoltre ci sono due bar molto piccoli ma che permettono di rifornirsi di acqua e pranzo.

 

Spiaggia di Balos

 

Balos: per noi la spiaggia più bella che abbiamo visto a Creta. Siamo partiti molto presto perché avevamo letto che la strada era molto brutta e il parcheggio si riempiva subito e in questa eventualità avremmo dovuto parcheggiare lungo strada. Quindi sveglia alle 7.00, alle 8.00 partiamo e alle 9.00 siamo a Balos. All’inizio della strada sterrata paghiamo 2 euro per entrare con l’auto (1 euro a passeggero), proseguiamo per 7 km ai 20 km orari perché la strada è piena di buche, ma comunque è molto larga e a quell’ora non incontriamo nessuno provenire dalla direzione opposta. Arriviamo al parcheggio gratuito e lasciamo la macchina. Iniziamo a seguire il percorso per scendere alla spiaggia. In un chilometro e mezzo si passa da 500 metri sopra il livello del mare a zero. Una bella scarpinata, che sarà parecchio faticosa soprattutto al ritorno (consiglio scarpe comode, non le infradito e una bottiglietta d’acqua). Arriviamo alla spiaggia e anche questa come Elafonissi ha una lingua di sabbia che unisce un isolotto alla costa. I colori blu, turchese e le sfumature rosa della sabbia fanno da cornice ad una vista meravigliosa. Anche qui optiamo per lettino e ombrellone (per i soliti 7 euro). C’è una leggera brezza, l’acqua è calda e trasparente come essere in una piscina, un paradiso… nulla da invidiare al mare dei Caraibi. Balos può essere raggiunta anche in barca, ma è molto più bello arrivare al mattino presto quando ancora le barche dei turisti non sono arrivate e c’è poca gente.

 

Sentiero che conduce alla spiaggia di Preveli

 

Preveli: quando ci spostiamo a Rethymno decidiamo di esplorare le spiagge del sud della provincia in cui soggiorniamo. Ci aspettiamo ancora spiagge caraibiche, ma non è cosi. Preveli la si raggiunge in 50 minuti da Rethymno, si parcheggia in un grande parcheggio al costo di due euro e si inizia a scendere per un sentiero che conta ben 500 gradini. Arrivati in spiaggia notiamo subito che i colori non sono quelli dei Caraibi come sulla costa occidentale dell’isola, ma la spiaggia è fatta di sassolini grigi. Tuttavia l’acqua è molto limpida e si sta molto bene. Non ci sono ombrelloni e lettini ma solo un bar che offre anche piatti della cucina greca. Qui c’è la foce di un piccolo fiume e sulle sue sponde vi è la cosiddetta Palm forest. Anche qui c’era molto vento e il mare era leggermente increspato.

 

Spiaggia di Triopetra

 

Triopetra: ultima spiaggia che visitiamo. Andiamo prima a Triopetra grande, una bellissima spiaggia lunga, ma non c’è nessuno, la spiaggia è deserta e lettini e ombrelloni sono vuoti. Tira un vento molto forte, tanto da alzare i sassolini e il mare è molto agitato. Scattiamo alcune foto e decidiamo di cambiare spiaggia. Ci dirigiamo verso Triopetra piccola, cinque minuti di auto da Triopetra grande. Essendo in una baia più piccola, il mare qui è calmo, ma anche qui c’è un vento molto forte che non ci ha permesso di goderci appieno questa bellissima spiaggia.

 

Dori e Luca in Moto d’acqua

 

Ristoranti di Creta

La sera si cena molto tardi, in realtà i turisti del nord Europa cenano tra le 17.00 e le 18.00, ma i Greci cenano dalle 21.30 in poi. La prima sera noi siamo arrivati a Chania alle 23.00 abbiamo fatto il check in e siamo usciti per cenare. I ristornati erano ancora tutti aperti e disponibilissimi a darci un tavolo per la cena. Durante tutta la vacanza abbiamo sempre cenato tra le 21.30 e le 23.00.
Ristoranti degni di nota a Chania sono: Taverna Tamam (in cui abbiamo cenato la prima sera ed è proprio dietro al nostro hotel, prezzi modici e piatti della cucina cretese ottimi!!!), To Maridaki (ristornate di pesce molto molto buono, noi abbiamo preso quattro mezede, compresi i rinomati calamari fritti e mezzo litro di vino della casa, abbiamo speso 34 euro in due), Mesogeiako (anche questo molto buono, peccato per il polpo con cipolle caramellate che era troppo troppo dolce… il resto fantastico), il ristorante accanto a Tamam, non ricordiamo il nome ma anche questo era molto buono.

A Rethymno noi siamo stati da Baki Baraki, consigliato dalla Lonely, discreto, per noi non eccezionale e prezzi non bassissimi. Siamo poi stati da Veneto (era la sera del nostro anniversario e volevamo qualcosa di speciale). Ristorante bellissimo ricavato da una dimora del Settecento. Servizio impeccabile e piatti squisiti. La mussakas e il capretto in umido erano deliziosi. I dessert sublimi. Una serata perfetta. Noi con una mezede, due portate principali, due desserts e una bottiglia di vino da 30 euro abbiamo speso 85 euro in due.

I prezzi dei ristoranti sono generalmente abbordabili, noi in media abbiamo speso in due con birra o vino della casa e 3/4 mezedes (sono antipasti ma le portate sono molto abbondanti) da un minimo di 18 a un massimo di 40 euro in due (fatta eccezione per Veneto a Rethimnio).

 

Piatti della cucina cretese

I piatti della cucina greca sono tutti molto buoni, ovviamente devono piacervi in primis i formaggi. I piatti che abbiamo preferito sono: la feta fritta, la mussaka, i muscoli saganaki con la feta, i souvlaki di pollo, lo tzatziki (salsa con yogurt e cetriolo) e per la colazione ottimi i bougatsa con crema pasticcera (buonissimi da Gymidakis a Chania) e infine la feta fritta nella pasta fillo. Buone anche le crocchette fritte con verdura e feta e il pollo con pomodoro e yogurt. Infine per colazione o per una merenda è ottimo lo yogurt con il miele. Noi lo abbiamo mangiato sia in una taverna di montagna che in un bar del centro di Chania.

 

Vigne della Cantina Lyrarakys

 

Cantina Lyrarakys

 

Cantine vinicole nella zona di Heraklion

Nella regione di Heraklion abbiamo visitato una cantina, essendo noi appassionati di vini ed essendo questa una regione vinicola molto importante… La cantina è Lyrarakis. Appuntamento alle 11.00 per tour e degustazione. Ci accoglie una ragazza molto gentile che ci spiega le caratteristiche della zona in cui ci troviamo e la storia della cantina che compie proprio quest’anno 50 anni. Passiamo poi alla degustazione di sei ottimi vini. Tre bianchi e tre rossi accompagnati da un piatto degustazione di tartine e prelibatezze a base di prodotti greci. I vini sono tutti ottimi e detto tra noi, per noi è un po’ una scoperta. Alla fine della degustazione la nostra guida ci fa assaggiare anche il loro vino frizzante dolce e la malvasia. Per un totale di otto vini con visita per 15 euro a persona. Compriamo tre vini (il Dafni che prende il nome da un’uva autoctona è un vino dai forti sentori di alloro e rosmarino. Ce ne innamoriamo e ne prendiamo due bottiglie e il Mandilari, vino rosso, corposo con tannini che si fanno sentire e sentori di spezie e frutti rossi). Alla fine ci viene regalata anche una bottiglia di vino frizzante… speriamo che in valigia ci stia tutto!

 

Palazzo di Knosso

 

Il Palazzo di Knosso

Nello stesso giorno andiamo a visitare il Palazzo di Knosso. Quindici euro a testa. A noi sinceramente non ci ha  entusiasmato, è rimasto ben poco del palazzo e quel poco che c’è è dato da ricostruzioni in cemento di dubbio gusto. Tuttavia resta forse una tappa d’obbligo se si è nei dintorni di Heraklion.

Siamo poi tornati a Rethimnio e abbiamo visitato la fortezza (4 euro a persona). Carina, grande e da qui su si gode di una bella vista sul mare e sulla città.

 

Consigli per visitare Creta

Noi, forse, potendo tornare indietro avremmo dedicato qualche sera in più a Rethymno, in quanto l’abbiamo preferita a Chania. Però è anche vero che le spiagge più belle sono sulla costa occidentale e quindi più vicine a Chania.

Se siete appassionati di vini vi consigliamo di visitare una cantina nella regione di Heraklion. È una bella esperienza e il costo è contenuto

A Balos vi consigliamo di andare a piedi, nonostante sia un po’ faticoso, ne vale davvero la pena, sia per la vista dall’alto di Balos, sia per la libertà in termini di orario.

In merito alla cucina cretese, noi, per la scelta dei ristoranti ci siamo molto affidati alla Lonely, e non ce ne siamo mai pentiti. Tuttavia sia a Chania che a Rethimnio vale la regola di cercare piccole taverne nei vicoli del quartiere veneziano e preferirle alle taverne lungo il porto o lungo la strada sul mare a Rethimnio. In genere i piatti delle tavernette dei vicoli sembravano tutti molto buoni e quelli in cui abbiamo mangiato noi erano tutti davvero buoni (unici piatti che non ci sentiamo di consigliare sono le dolmades da Raki Baraki e il polpo con cipolle glassate da Mesogeiako).

Tutti i ristoranti di Creta offrono come omaggio della casa l’acqua naturale, il raki alla fine del pasto e il dolce.

Concludendo, a noi Creta è piaciuta davvero molto, ci sono piaciuti i paesaggi, soprattutto quelli interni, fatti di gole e montagne rocciose, ci sono piaciute le spiagge caraibiche occidentali e  ci è piaciuta la cucina greca e cretese.

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.