cosa fare alle Isole Surin

Isole Surin: cosa fare?

Sara e Stefano ci portano nuovamente alla scoperta delle Isole Surin. Dopo averci raccontato come raggiungerle e averci consigliato come organizzare il viaggio (qui il loro post), in questo post ci raccontano cosa fare su queste meravigliose isole.

cosa fare alle Isole Surin

Snorkeling

Snorkeling, snorkeling e ancora snorkeling. La barriera corallina poco profonda unita ad una varietà di flora e fauna senza eguali rendono il parco marino uno dei migliori punti di tutta la Thailandia. Le 5 isole dell’arcipelago offrono una decina di punti di immersioni, uno più bello dell’altro, che rendono quest’attività l’unica praticata. Per questo motivo ci sentiamo di sconsigliare la visita a chi non ama molto lo snorkeling e predilige altre attività. Sull’isola infatti, sebbene siano presenti ben 4 spiagge, solo 2 di queste sono accessibili ai visitatori: la prima, una piccola lingua di sabbia costeggiata da una fitta vegetazione, affaccia sulla baia di Ao Mai Ngam ed ospita anche il campo tendato; la seconda invece, rimane sulla baia di Ao Kra Thing, a destra della spiaggia da cui partono le lance, è molto più ampia e lunga e si raggiunge percorrendo un sentiero nella foresta di circa 1 Km.

cosa fare alle Isole Surin

Entrambe le spiagge non sono nulla di eccezionale ma, come anticipato, qui, la vera attrazione è la vita sottomarina. C’è poi la visita al villaggio dei Moken, una comunità di circa 4000 individui, che vive in simbiosi con l’oceano. A noi personalmente quest’esperienza non è rimasta particolarmente impressa, ma vi consigliamo comunque di farla dal momento che dura meno di un’ora.

cosa fare alle Isole Surin

Isole Surin – Il camping

Per quanto ci riguarda il campo si è presentato all’altezza delle aspettative, che però, dobbiamo ammetterlo, non erano particolarmente elevate. Ben organizzato, pulito e curato, si divide in tre zone principali: all’estremità nord troviamo i bungalow, al centro la zona comune che include la reception, il ristorante e lo spaccio, mentre a sud vi è il campeggio attrezzato, seguito dall’area libera.

cosa fare alle Isole Surin

Vi sono poi 4 strutture abbastanza nuove che ospitano i servizi igienici comuni, strutturati per garantire una buona privacy. Il tutto è immerso in una fitta vegetazione che arriva a ridosso del mare. Persino la spiaggia è per la quasi totalità all’ombra. Una cosa insolita, che vale la pena di condividere, è che nel camping non circola moneta, tutto deve essere pagato in voucher, che si acquistano a loro volta in reception. Attenti però che la reception non è sempre aperta, quindi ricordatevi di cambiare per tempo il denaro altrimenti non potrete acquistare nulla. Infine ci teniamo a precisare che siamo all’intero di un parco nazionale, qui, è la natura a farla da padrone, quindi se siete infastiditi da insetti, ragni, piccoli rettili e scimmie, vi sconsigliamo di pernottare sull’isola, perché è frequente trovarli nelle docce, nei bagni o nel ristorante. Sono innocui e per noi non sono stati un problema, ma capiamo che per molti potrebbero esserlo.

cosa fare alle Isole Surin

Isole Surin – La vita nel campeggio

Le giornate sull’isola sono piuttosto organizzate e lasciano poco spazio alle variazioni. La colazione viene servita dalle 07.30 alle 09.00, il pranzo dalle 11.30 alle 14.00 e la cena dalle 18.30 alle 20.00. E’ poi prevista un’uscita per lo snorkeling la mattina (ore 09.00) e una il primo pomeriggio (ore 14.00), della durata di due ore ciascuna. Se preferite un programma di uscite più flessibile, sappiate che è possibile affittare una barca privata per circa 4000B al giorno (10/15 posti) e organizzare a piacimento le uscite.

cosa fare alle Isole Surin

Se come noi volete optare per il tour organizzato tutto incluso sappiate che: alle 07.30 c’è la colazione.. alle 08.30 la prima uscita in barca con rientro verso le 10.30.. alle 11.30 c’è il pranzo.. alle 13.30 la seconda uscita in barca con rientro verso le 16.00.. qualche ora di relax in attesa della cena fissata per le 18.30… Il programma può sembrare a prima vista molto serrato, pieno, ma in realtà vi accorgerete che le giornate trascorrono in tranquillità e sono studiate per permettere l’accesso a tutti i punti d’immersione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.