Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

Bali la sognavo da sempre. Prima ancora di vedere il film Mangia, Prega, Ama. Prima di decidere la meta del nostro viaggio. Prima di iniziare a studiare il nostro itinerario. Le risaie, i templi, i monaci, l’incenso e i fiori arancioni. Tutte cose che mi hanno sempre affascinato e che volevo assolutamente vedere con i miei occhi. L’Indonesia ha rappresentato il primo dei nostri viaggi in Oriente. Il primo di una lunga serie. Il viaggio che ci ha fatto perdutamente innamorare di questa parte di Mondo.

In questo post voglio darvi alcuni consigli che mi sarebbero tornati utili se li avessi letti da qualche parte prima di partire.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

Bali: tappe base da cui fare le escursioni

Le due tappe più comode per fare delle escursioni in giornata alla scoperta di Bali sono Ubud e Kuta. La prima situata nella parte settentrionale dell’isola, la seconda nella parte più meridionale. L‘aeroporto di Denpasar si trova a Kuta, quindi, questa città potrebbe rappresentare il punto di arrivo e di partenza per un viaggio a Bali. Noi, in realtà, siamo arrivati a Bali da Java e quindi abbiamo prima visitato Ubud, poi da lì abbiamo proseguito per le isole Gili per fare un po’ di mare ed infine siamo arrivati a Kuta da dove abbiamo preso il volo per rientrare in Italia.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Bali: il mare

Onestamente se volete fare una settimana di mare, non vi consiglio Bali. Il mare non è bellissimo, solitamente è agitato ed infatti è molto frequentato da surfisti. Le acque non sono cristalline e limpide come quelle di altri posti decisamente più belli sotto questo punto di vista. Se proprio volete fare mare in Indonesia, andate alle isole Gili. Il mare non è ai livelli di Caraibi e Thailandia, ma è sicuramente più bello di Bali e le Isole Gili rappresentano il posto perfetto dove trascorrere qualche giorno all’insegna del relax.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Ubud: cosa vedere

Ubud è una piccola cittadina nella zona settentrionale di Bali.  E’ necessario dedicare almeno un’intera giornata alla scoperta di questa piccola chicca immersa tra le risaie. Noi abbiamo visitato la Monkey Forest, piena di scimmie che non sono sempre amichevoli ma che comunque sono tenute a bada dalle guardie della Foresta. Vi consiglio di non tenere nulla in vista, nè occhiali, nè fotocamere, perchè le scimmie tendono a rubare qualsiasi cosa e a portarla sugli alberi. Luca è stato “assalito” da una scimmia che gli è saltata sulla schiena per aprirgli lo zaino e guardare cosa aveva dentro. La scimmia voleva rubare cibo e acqua, ma non ha avuto fortuna e si è accontentata di un pacchetto di fazzoletti. Quindi il mio consiglio è di non tenere nulla di valore, nemmeno nello zainetto.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Abbiamo poi proseguito la visita della città perdendoci tra le risaie e ci siamo fermati in una piccola locanda sperduta tra questi campi dove abbiamo bevuto un thé e ci siamo rilassati osservando il territorio circostante. Tra le risaie è possibile incontrare i contadini che seminano il riso e se avrete fortuna potrete provare l’esperienza di infilare alcune piantine nella terra sommersa dall’acqua. Infine, abbiamo concluso la nostra giornata visitando i tanti  templi di Ubud, uno più bello dell’altro, tra cui l’Ubud Palace.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

La sera per cena c’è l’imbarazzo della scelta. Abbiamo trovato tantissimi locali dove poter degustare una tipica cena indonesiana. Se non siete amanti del piccante, ricordate sempre al vostro cameriere “Please not spicy“. Non sempre vi ascolteranno ma almeno provateci!!!

Concedetevi infine un massaggio rigenerante… i prezzi dei massaggi sono tra i più bassi che ho mai visto in Asia e la qualità delle Spa è decisamente alta. In realtà i massaggi più belli li abbiamo fatti a Gili, con lettino vista mare.

Prima di tornare in camera, abbiamo concluso la nostra giornata passeggiando per le vie del mercatino di artigianato che si snoda tra le vie del centro città.

 

 

Ubud: escursioni in giornata

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Per il giorno successivo abbiamo prenotato un’auto con driver che ci ha portato alla scoperta della parte settentrionale dell’isola. Abbiamo visitato il Pura Taman Ayun Temple, un tempio che è stato dichiarato nel 2012 patrimonio dell’umanità dall’Unesco, e abbiamo fatto un bagno nelle gelide acque del Tegenungan waterfall.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Poi il nostro autista ci ha portato in un negozio di spezie dove ci hanno fatto vedere il Kopiluack e ne abbiamo assaggiato il famosissimo caffè. La visita è stata interessante e abbiamo fatto anche dei buoni acquisti. Infine, siamo andati ad ammirare i terrazzamenti delle piantagioni di riso. Da rimanere a bocca aperta. Questi terrazzamenti sono ancora più belli da vedere dal vivo che in foto. Siamo rimasti super entusiasti da questa giornata.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Kuta: cosa vedere

Kuta è un cittadina che si trova nel sud dell’isola di Bali. Questa città è sicuramente più viva e frenetica di Ubud. Qui si riversano tantissimi australiani che arrivano per fare surf. La sera ci sono tantissime feste e locali che restano aperti fino a tarda notte. La cittadina offre dunque molti più divertimenti della calma e tranquilla Ubud.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Il primo giorno siamo rimasti in città e abbiamo fatto un giro per le vie del centro, fino ad arrivare all’Hard Rock Cafè. Siamo andati poi in spiaggia a fare a rilassarci e a osservare i surfisti cavalcare le creste delle onde e abbiamo concluso la giornata visitando alcuni templi vicini al centro. Abbiamo poi programmato la gita del giorno successivo, anche questa volta abbiamo preso un’auto con autista che ci ha portato a scoprire i famosi templi di Tanah Loth e l’Uluwatu temple.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Entrambe i templi sono bellissimi e affacciati sul mare. Se riuscite, andateci all’ora del tramonto, i colori del sole che cala sul mare, il mare che si staglia sulle scogliere e il minor afflusso di turisti renderà certamente il tutto ancora più suggestivo.

Se avete tempo e avete voglia di una movida un po’ più raffinata, dirigetevi verso Seminyak. Qui ci sono tantissimi locali sul mare, frequentati in genere da attori e modelle e persone facoltose. Noi non avevamo avuto tempo di raggiungere Seminyak ma ci hanno detto che per un aperitivo all’ora del tramonto è l’ideale.

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Consigli aggiuntivi

Potessi riorganizzare il viaggio, dedicherei un giorno in più a Ubud e forse pernotterei in una delle case coloniali immerse nelle risaie. Affitterei una bici e girerei le risaie pedalando. Ubud, a mio avviso, è la parte più bella dell’isola e che merita più tempo.

Se siete in coppia o più persone, consiglio di affittare un’auto con autista così da essere più liberi nelle escursioni e dedicare ad ogni tempio il tempo che si preferisce.

 

 

Se volete concedervi qualche giorno di relax in spiaggia, consiglio di imbarcarvi su uno dei tanti traghetti che conducono alle Isole Gili dal porto di Serangan. Se andate a Bali in alta stagione, consiglio di prenotare il traghetto in anticipo per non rischiare di non trovare posto. Ci sono diversi siti che offrono la possibilità di prenotare il traghetto. Uno dei tanti è https://www.directferries.it/bali.htm

 

Bali: cosa vedere tra Ubud e Kuta

 

Potrebbe interessarti anche il nostro post su Java: Borobudur, Prambanan e Monte Bromo.